Evento Lettura martedì 27 dicembre 2016 Kasadanza Rosà

Storie a Merenda | Martedì 27 Dicembre 2016 | Kasadanza, Rosà

Kasadanza

Porta con te il tuo libro preferito e lo leggiamo insieme!

Martedì 27 Dicembre 2016 dalle 16.00 alle 18.00 presso Kasadanza in via Segafredo 23 Rosà VI

Entrata Aperta a Tutti con contributo responsabile

Vi invitiamo a condividere questo articolo di altro profilo sociale.

clicca sui pulsanti di condivisione sottostanti


 

portale web sponsorizzato da
clicca sui banner per visitare i portali partner


Un adulto che legge ad alta voce ad un bambino compie un atto d’amore, e ciò ha risvolti importanti per lo sviluppo della personalità del piccolo sul piano relazionale, emotivo, cognitivo, linguistico, sociale e culturale. Dal punto di vista relazionale, nell’esperienza condivisa della lettura e dell’ascolto, adulto e bambino entrano in sintonia reciproca attraverso i mondi che prendono vita tra le pagine del libro, in una comunicazione intensa e piacevole fatta di emozione, amicizia, complicità, fiducia, che rinsalda il loro legame affettivo.

Dal punto di vista emotivo, leggere una storia ad un bambino gli consente di esplorare le sue emozioni più intime in compagnia degli adulti che possono contenerlo, rassicurarlo, fornirgli spiegazioni.
Dal punto di vista cognitivo, la lettura offre al bambino un canale alternativo di conoscenza, oltre all’esperienza diretta; favorisce la comprensione di sé e del mondo che lo circonda; allarga la mente alla scoperta e all’esplorazione; sviluppa l’immaginazione, la fantasia, la creatività, la curiosità; amplia la memoria; potenzia le capacità logiche e astrattive.

Sul piano linguistico, la lettura stimola lo sviluppo del linguaggio, arricchisce il vocabolario, migliora la qualità lessicale.

Dal punto di vista sociale, è dimostrato che i bambini abituati alla lettura operata dalla famiglia in età prescolare, presentano migliore rendimento scolastico, inserimento sociale, capacità di risoluzione dei problemi, cosa che acquista ancor più valore per i piccoli provenienti da famiglie con situazione di svantaggio socio-culturale, nei quali la difficoltà di lettura e scrittura contribuisce al rischio di abbandono scolastico, con incremento della povertà e dell’emarginazione.

Sotto il profilo culturale, infine, la trasmissione di storie e racconti da adulti a bambini è stato visto come uno dei canali del passaggio di valori, messaggi etici e tradizioni da una generazione all’altra. (http://www.veronellazimella.it/images/stories/media/lettura.pdf)

 

per maggiori info:

Elisabetta Pevarello

Operatore Olistico, Neuro-Trainer, Peer Counselor in Allattamento Materno

Sede » Associazione Sportiva Dilettantistica Kasadanza
Via Segafredo 23 | Rosà 36027 (Vicenza)  


cel. 349.5636350
eMail: elisabetta.pevarello@gmail.com

web: https://casamammablog.wordpress.com

Articoli correlati

Condividi questa pagina

clicca sui pulsanti di condivisione sottostanti