Stare lontani dal primo bicchiere | Ass. Alcolisti Anonimi | Bassano del Grappa, Cassola

Se non prendete il primo bicchiere, non potete ubriacarvi

L’associazione Alcolisti Anonimi A.A. Bassano | Cassola invita alla lettura dell’articolo “Stare lontani dal primo bicchiere” di carattere informativo-sociale volte a sensibilizzare il cittadino sulle problematiche e sulle terapie di recupero legate alla dipendenza da alcool.

portale web sponsorizzato da
clicca sui banner per visitare i portali partner


In A.A. si sentono spesso espressioni come “Se non prendete il primo bicchiere, non potete ubriacarvi” e “Un bicchiere è troppo, ma venti non sono abbastanza”.

Molti di noi, quando hanno iniziato a bere, non avrebbero voluto bere più di uno o due bicchieri. Ma, col passare del tempo, hanno au­mentato il numero. Così negli ultimi anni si sono trovati a bere sempre di più, alcuni fino a ubriacarsi spesso e a lungo. Forse il nostro stato non era sempre evidente dai discorsi o dall’andatura, ma non eravamo mai veramente sobri.

Se il tutto ci preoccupava troppo, cercavamo di diminuire o di limi­tarci a uno o due bicchieri, oppure passavamo dai super alcolici alla bir­ra o al vino. O almeno, cercavamo di limitarci nella Quantità, in modo da non divenire disastrosamente ubriachi, o cercavamo di nascondere quanto bevevamo.

Ma tutte queste limitazioni diventavano sempre più difficili. Di tan­to in tanto riuscivamo a rimanere astemi e per un po’ non bevevamo più.

Alla fine tornavamo a bere, solo un bicchiere. E poiché a prima vista non arrecava alcun danno, pensavamo non fosse pericoloso berne un altro. In quella occasione forse non bevevamo altro, ed era per noi un grande sollievo scoprire che potevamo prendere solo uno o due bic­chieri e poi fermarci. Alcuni di noi lo hanno fatto molte volte.

Ebbene, questa esperienza si è rivelata una trappola. Ci persuadeva che potevamo bere senza problemi. Arrivavano quindi occasioni (una spe­ciale ricorrenza, un guaio personale oppure anche nessun particolare even­to) in cui due o tre bicchieri ci facevano sentire bene, e così pensavamo che uno o due in più non potevano farci male. È assolutamente senza nessuna intenzione di farlo, ci trovavamo di nuovo a bere troppo. Era­vamo tornati esattamente al punto di prima: bevevamo in eccesso senza veramente volerlo.

Queste continue esperienze ci hanno logicamente portato a una ine­vitabile conclusione: se non prendiamo il primo bicchiere, non ci ubria­cheremo mai. Per cui, invece di impegnarci a non ubriacarci e a cercare di limitare il numero dei bicchieri o la quantità di alcolici, abbiamo im­parato a concentrare i nostri sforzi nell’evitare un solo bicchiere: il primo. In effetti, invece di preoccuparci di limitare il numero dei bicchieri dopo un episodio dovuto all’ubriachezza, noi evitiamo il bicchiere che lo può causare.

Sembra quasi scioccamente semplice, non vi pare? Per molti di noi è difficile ammettere che da soli, prima di giungere in AA, non ci erava­mo mai arrivati (naturalmente, a dire la verità, non avevamo mai nem­meno pensato di smettere del tutto di bere, fino a quando non abbiamo imparato che cos’è l’alcolismo). Ma il punto essenziale è: ora sappiamo che questo è il sistema che funziona.

Anziché cercare di immaginare quanti bicchieri possiamo reggere – quattro? sei? una dozzina? – dobbiamo ricordare che “basta non pren­dere il primo bicchiere”. È molto più semplice. L’abitudine a pensare in questo modo ha aiutato centinaia di migliaia di noi a rimanere sobri per anni.

Dottori esperti in alcolismo ci dicono che vi è un sano fondamento medico nell’evitare il primo bicchiere. ti il primo bicchiere che fa scatta­re, immediatamente o un po’ più tardi, la necessità di bere sempre di più, fino a quando ci troviamo nuovamente con problemi connessi al bere.

Molti di noi sono giunti a credere che l’alcolismo sia una dipendenza dalla droga-alcool. Come i dipendenti da qualsiasi droga che vogliano recupe­rarsi, noi dobbiamo tenerci lontani dalla prima dose della droga di cui siamo schiavi. La nostra esperienza sembra provare ciò, come potete leg­gere nel libro “Alcolisti Anonimi” e nella nostra rivista “Insieme in A.A.”, e come potete ascoltare ovunque i membri di AA si riuniscano per condividere le loro esperienze.

Ti invitiamo anche alle lettura e alla condivisione dei seguenti articoli correlati:

Contatti »

Web: www.aiutoalcolistianonimi.it
email: venetosincerita@gmail.com

Chiama » Alcolisti Anonimi… Ti può AIUTARE

Alcolisti Anonimi Italia
Via Torre Rossa, 35 | 00165 Roma

Servizi Generali Italia
Tel: 06.6636629
Numero Verde 800.411.406 (chiamata gratuita)

referente di zona Gruppo Città di Bassano, telefono: 331.4208244


Condividi questa pagina

clicca sui pulsanti di condivisione sottostanti