Pallavolo Cassola ASD

Pallavolo Cassola A.S.D. Quando la pallavolo aiuta a crescere

I corsi sono tenuti da Allenatori FIPAV e diplomati ISEF

Pallavolo Cassola A.S.D. …quando la pallavolo aiuta a crescere

Ma la pallavolo ha, non so, quel qualcosa in più… Esistono moltissimi sport di squadra, ma la pallavolo l’ho sempre considerato uno sport con un livello di complicità superiore agli altri, semplicemente per un motivo, non puoi vincere una partita da solo.

portale web sponsorizzato da
clicca sui banner per visitare i portali partner


Innanzitutto questa strana cosa del passaggio… in un mondo dove il campione, il fuori classe, è colui che risolve le partite da solo (vedi per esempio il calcio), la pallavolo, è l’esatto contrario.

Se uno ferma la palla o cerca di controllarla toccandola due volte consecutivamente, l’arbitro fischia il fallo e gli avversari fanno il punto. Davvero Diabolico! Il passaggio come gesto obbligatorio per regolamento in un mondo che ci insegna a tenersi strette le proprie cose, i propri privilegi, i propri sogni, i propri obiettivi. Un mondo che purtroppo ci insegna ad essere egoisti.

…poi vediamo gli atleti tutti ammassati in pochi metri quadrati, a dover muoversi in maniera dannatamente sincronica, rispettando ruoli precisi, addirittura scambiandosi «il cinque» in continuazione.

Non c’è nessuno che può schiacciare se non c’è un altro che alza. Nessuno che può alzare se non c’è un altro che ha ricevuto la battuta avversaria.

Perché io genitore dovrei investire i miei risparmi per iscrivere mia figlia alla Pallavolo Cassola ASD?

E’ una domanda che mi è stata posta molte volte in passato, e più o meno dò sempre la stessa risposta: che sia una squadra di pallavolo maschile o femminile è indifferente, com’è indifferente anche che i propri figli (in questo caso figlie) vengano iscritte alla Pallavolo Cassola A.S.D. o in un’altra società, ciò che davvero conta è quello che sta dietro il semplice agonismo.

Potrei dirvi tante cose ovvie e scontate sulla pallavolo, potrei appunto elencare tutta una serie di vantaggi, a livello fisico, come per esempio che aumenta il tasso metabolico, che migliora la coordinazione occhio-mano, lo sviluppo dell’agilità, la velocità, l’equilibrio, l’aumento della forza muscolare, l’aumento della capacità aerobica, etc.

Potrei anche elencare i numerosi titoli agonisti che le ragazze della Pallavolo Cassola A.S.D hanno ottenuto nel corso degli anni, come per esempio il recente 1° posto al “Torneo Città di Trento”, o il 2° posto al “Torneo Città di Vittorio Veneto”.

Ma no! Lasciamo stare curriculum e tutti questi aspetti tecnici da personal trainer.

Oggi vi voglio parlare della Pallavolo Cassola A.S.D. con il cuore, con lo spirito di chi da anni vive questo sport così completo con passione e devozione, con l’emozione di un istruttore che ha visto crescere generazioni di adolescenti con l’entusiasmo per questo sport in cui il singolo atleta non vale nulla, ma vale solo il gioco di squadra.

Ma si! Oggi vi parlo come parlerebbe un genitore ad un figlio, con la fierezza di chi per quanto possibile ha trasmesso ai propri figli o alle proprie allievi quanto lo sport di squadra migliori le capacità interpersonali, quanto stimoli il desiderio di avere successo, quanto sia importante nel costruire solide amicizie, quanto sia importante saper trarre insegnamenti dalle sconfitte o gioire delle vittorie, quanto contribuisca nell’autostima e nella motivazione di raggiungere un determinato obiettivo.

Da allenatore mi sono chiesto spesso se sia giusto creare un clima ipercompetitivo in una squadra di adolescenti, in un’età in cui lo sport dovrebbe essere soprattutto divertimento e voglia di stare assieme? Se sia giusto insegnare a bambini e ragazze che la vittoria viene prima di tutto?

Sono domande che a dircela tutta non hanno una risposta oggettiva.

Quindi mi limiterò a dire come un allenatore di pallavolo gestisce i propri sforzi nel trasmettere il senso di cooperazione ai propri atleti, che poi si vinca o si perda la partita più di tanto non conta.

Le compagne di squadra si incoraggiano l’un l’altra durante gli allenamenti e le partite per dare a tutte la fiducia necessaria a padroneggiare le competenze necessarie per vincere.

Poi quella antipatica necessità di muoversi in tante in uno spazio molto piccolo, appena 81 metri quadrati. La pallavolo è un luogo in cui confrontarsi, in cui mettersi in gioco, a volte anche “scontrarsi”, ma soprattutto un luogo in cui crescere, dove si diventa cittadini migliori e dove (effetto collaterale) qualche volta nascono anche delle campionesse.

Come genitore e come professionista nell’ambito sportivo sento di avere una responsabilità nel scegliere le metodologie più giuste per insegnare alle mie giovani atlete cosa c’è oltre la vittoria o la sconfitta.

Al guardare la vittoria o la sconfitta come uno sfondo all’interno del quale le ragazze sono in primo piano.

Insomma questa pallavolo dove la squadra conta cento volte più del singolo, dove i propri sogni individuali non possono che essere realizzati attraverso l’aiuto del team, diciamocelo, è uno sport che insegna molto dal lato umano!

 

 

Foto

per maggiori informazioni »

Web: www.pallavolocassola.it
eMail: pallavolocassola@virgilio.it
Facebook: facebook.com/Pallavolo-Cassola

Renzo Poggesi cel. 349.6354343

Sedi: Palestre di San Giuseppe e San Zeno di Cassola

I corsi sono tenuti da Allenatori FIPAV e diplomati ISEF


Condividi questa pagina

clicca sui pulsanti di condivisione sottostanti